Consegna gratuita da 4 000,00 zł
Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa
Acquisti sicuri
Idosell security badge

Conditions for connecting a photovoltaic system to the power grid in Germany.

2023-07-03
Applicazione e richiesta di iniezione di energia solare

Applicazione e richiesta di iniezione di energia solare

Per gli impianti solari più piccoli, l'elettricità viene immessa attraverso l'allacciamento alla casa. Tuttavia, per gli impianti più grandi, con una capacità di 30 kWp o più, è necessario presentare una domanda di connessione alla rete (domanda di iniezione) al fornitore di energia locale prima dell'installazione dell'impianto solare. L'esame della domanda e dei documenti richiesti richiederà del tempo, ma non supererà le otto settimane. In genere si raccomanda di includere questa fase nella fase di pianificazione il più presto possibile per rispettare la scadenza prevista per la messa in servizio.

Tempistica e processo per la gestione di una richiesta di connessione alla rete ai sensi del §8 Paragrafo 5 EEG
Fase del processo Parte responsabile Durata
Richiesta di connessione alla rete Cliente
Risposta con informazioni sui documenti richiesti per la valutazione tecnica Fornitore di energia Circa 5 giorni lavorativi
Compilazione e presentazione dei documenti richiesti per la valutazione tecnica Cliente
Preparazione della valutazione tecnica e della risposta Fornitore di energia Fino a 8 settimane
Compilazione e presentazione dei documenti richiesti per l'offerta di connessione Cliente
Offerta di connessione Fornitore di energia Fino a 8 settimane

Nella domanda di iniezione, deve essere richiesta la massima potenza nominale ottenibile. Il valore indicato può essere successivamente regolato al ribasso se si realizza una potenza nominale inferiore. L'approvazione per l'iniezione di energia solare rimane valida.

Il fornitore di energia effettua quindi una valutazione della compatibilità di rete e verifica se l'allacciamento domestico esistente è sufficiente per l'impianto fotovoltaico. Questo è solitamente il caso di impianti di piccole e medie dimensioni su case unifamiliari. Tuttavia, per le installazioni più grandi, potrebbe essere necessario modificare la connessione di rete. In questi casi, si devono prevedere costi aggiuntivi per la connessione alla rete.

Oltre a presentare una domanda, i progettisti possono anche fare una richiesta generale al fornitore di energia locale per ottenere un impegno di iniezione. Tuttavia, questo approccio è generalmente sconsigliato in presenza di un'intenzione progettuale specifica, poiché una richiesta di iniezione non costituisce una decisione giuridicamente vincolante, a differenza di una domanda di iniezione.

Anche se di solito viene concesso un impegno di iniezione, ci possono essere casi in cui il fornitore di energia ritiene che la compatibilità della rete non sia fattibile. In questi casi, il fornitore di energia è obbligato, ai sensi dell'articolo 8 dell'EEG, ad ampliare la capacità della rete locale.

Panoramica dei documenti per la richiesta di connessione di un sistema di generazione alla rete a bassa tensione
Documenti di applicazione
Registrazione per la connessione alla rete - ANA Elettricità
Applicazione per sistemi di generazione - Scheda tecnica per sistema di autogenerazione (SGS)
Scheda tecnica per i sistemi di generazione
Protocollo di messa in servizio (documentazione della messa in servizio dell'impianto di generazione da parte dell'installatore elettrico - Dichiarazione di messa in servizio di un impianto di generazione (SGS))
Concetto di misura per l'immissione in rete (varianti comuni di immissione in rete e relativa configurazione di misura)
Schema del circuito / Schema di cablaggio dell'intero impianto elettrico, compresi tutti i componenti utilizzati
Pianta del sito quotata della casa o dell'impianto
Certificato di assenza di obiezioni per l'unità di generazione secondo VDE 4105
Dichiarazione di conformità per la protezione della rete secondo VDE 4105
Piano di posa del tetto come schizzo per gli impianti fotovoltaici
Schede tecniche per i moduli e gli inverter o per il sistema di cogenerazione
Copia dell'ID installatore attuale dell'installatore responsabile
Gli impianti solari inferiori a 30 kWp senza ricevitori di controllo dell'ondulazione radio richiedono una conferma di limitazione della potenza al 70% della capacità del modulo installato

L'installatore elettrico o il fornitore del sistema solare possono assistervi nel fornire i documenti necessari e nella procedura di richiesta. Durante la fase di preventivo, informatevi su eventuali costi aggiuntivi legati alle procedure sopra citate e se il vostro installatore solare si occuperà di queste formalità per vostro conto.

Selezione di un punto di iniezione della griglia appropriato

Il confine tra la proprietà e la rete di distribuzione viene definito punto di consegna. Per gli impianti solari più piccoli, la scatola di connessione funge da punto di passaggio, collegando l'abitazione e l'impianto solare alla rete elettrica pubblica. Ad esempio, nel caso di impianti a terra, il gestore di rete determina il punto di iniezione più favorevole durante la valutazione della compatibilità della rete, dove dovranno essere posati i cavi solari dall'impianto solare. Il gestore dell'impianto è responsabile dei costi di collegamento al punto di iniezione più vicino.

Tuttavia, se viene assegnato un punto di iniezione più lontano di quello più vicino, il fornitore di energia è obbligato a coprire i costi aggiuntivi che ne derivano. Se i cavi solari devono attraversare proprietà di terzi per raggiungere il punto di iniezione, è necessario stipulare un accordo di autorizzazione con il proprietario della proprietà. Se si prevede di iniettare energia solare dal proprio impianto, è consigliabile affrontare in anticipo tali circostanze.

Componenti tecnici per l'iniezione di energia solare

Inverter

L'inverter è il requisito tecnico più importante per l'iniezione in rete. Poiché gli impianti fotovoltaici producono corrente continua (DC), questa deve essere convertita in corrente alternata (AC) prima di essere immessa nella rete elettrica. Esistono diversi tipi di inverter a seconda delle dimensioni e delle caratteristiche dell'impianto solare.

  • Inverter di stringa: inietta l'energia solare attraverso una o più stringhe, adatto per impianti fotovoltaici più piccoli con condizioni esterne costanti.
  • Inverter a livello di modulo: utilizzato quando i singoli moduli hanno orientamenti diversi o sono soggetti a ombreggiamento. Ogni modulo solare ha un proprio inverter.
  • Inverter multistrato o ibrido: utilizzato per applicazioni specifiche.
  • Inverter centrale: comunemente utilizzato in impianti solari di grandi dimensioni, offre vantaggi di manutenzione grazie al suo design modulare.

Gli inverter devono essere conformi alle norme IEC 77 e disporre di una protezione contro le cadute di tensione per evitare un guasto all'impianto fotovoltaico. Nella scelta dell'inverter, l'efficienza europea è un fattore importante per garantire la redditività dell'impianto solare.

Contatore di immissione in rete

Per una fatturazione accurata dell'energia solare immessa in rete, è necessario un contatore di immissione, noto anche come contatore di generazione. Misura la quantità di energia solare immessa, in base alla quale il gestore di rete eroga la remunerazione EEG (Renewable Energy Sources Act).

È possibile ottenere il contatore di immissione dal gestore della rete a pagamento o, in alternativa, acquistare il proprio contatore presso un rivenditore specializzato. Assicurarsi che il contatore sia dotato di un blocco dell'inversione di flusso per garantire che il conteggio si interrompa quando si consuma energia dalla rete. Il contatore di immissione può essere facilmente installato in una cassetta dei contatori.

I dati registrati sulla produzione di elettricità e sull'iniezione di energia solare servono anche a verificare le prestazioni dell'impianto. Se si verifica un'iniezione inaspettatamente bassa, è consigliabile far ispezionare l'impianto fotovoltaico da un esperto per individuare eventuali danni ai componenti tecnici o ai moduli.

Gestione delle iniezioni

Attualmente, un energy manager è obbligatorio per quasi tutti gli impianti solari. Per gli impianti solari più grandi, l'operatore di rete deve essere in grado di ridurre a distanza l'iniezione di rete se l'impianto fotovoltaico sta sovraccaricando la rete. Pertanto, i sistemi più grandi richiedono un sistema di gestione dell'energia in grado non solo di controllare a distanza l'iniezione, ma anche di inviare i dati attuali dell'iniezione al gestore della rete.

Gli operatori di impianti fino a 25 kWp hanno potuto scegliere tra una riduzione costante del 70% all'inverter o l'installazione di un ricevitore di controllo dell'ondulazione per il controllo remoto degli impianti fotovoltaici. I nuovi impianti solari fino a 25 kWp, installati dopo la modifica della EEG 2023, sono esenti dall'obbligo di limitare l'iniezione di potenza attiva effettiva al 70%.

Questo regolamento mira a migliorare il controllo della rete. Se molti impianti solari funzionano a pieno regime a mezzogiorno, ma il consumo domestico è basso, il gestore della rete deve essere in grado di ridurre l'immissione di energia solare per evitare sovratensioni nella rete e un potenziale blackout. Tuttavia, non dovete preoccuparvi che il gestore di rete chiuda il vostro impianto e perda la tariffa di immissione in rete. Per ogni chilowattora di energia solare non immessa a causa di un sovraccarico della rete, il gestore di rete vi indennizzerà in base all'EEG.

Accumulo di energia

I sistemi di accumulo di energia, noti anche come accumulo fotovoltaico, offrono un'altra opzione per evitare il sovraccarico della rete e variare l'immissione di energia solare. Oltre a ottimizzare l'autoconsumo, possono essere utilizzati per evitare i picchi di iniezione intorno a mezzogiorno. Grazie a un comportamento di carica intelligente e proattivo, i sistemi di accumulo energetico non si caricano completamente con l'energia solare in eccesso al mattino, ma possono riservare selettivamente la capacità per i picchi di mezzogiorno. Si basa su una sincronizzazione automatica dei dati meteorologici e di consumo.

Riducendo la capacità di iniezione durante le ore di punta, diminuisce la necessità di un'ulteriore espansione della rete, soprattutto a livello di bassa tensione. Pertanto, attualmente sono supportati solo i sistemi di accumulo di energia compatibili con la rete, in grado di attenuare i picchi di iniezione del fotovoltaico.

Nota: questo testo ha uno scopo puramente informativo e non deve essere considerato una consulenza legale. Per informazioni precise e requisiti specifici relativi all'accumulo di energia e agli impianti solari, si raccomanda di consultare un esperto o un consulente legale specializzato.

pixel
Mostra più voci da Luglio 2023